Scadenzario dei nuovi obblighi amministrativi

In questa sezione viene pubblicato lo scadenzario riepilogativo dei nuovi obblighi amministrativi introdotti dalle amministrazioni dello Stato, dagli enti pubblici nazionali e dalle agenzie di cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n.300.

Secondo le indicazioni dell'art. 12, c.1 bis, del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, il responsabile della trasparenza delle pubbliche amministrazioni pubblica sul proprio sito istituzionale uno scadenzario con l'indicazione delle date di efficacia dei nuovi obblighi amministrativi introdotti.

Che cosa si intende per obblighi amministrativi? Sono quegli obblighi che impongono la raccolta, la presentazione o la trasmissione alla pubblica amministrazione, da parte di cittadini e imprese, di informazioni, atti e documenti (ad esempio domande, certificati, dichiarazioni, rapporti, etc.) oppure la tenuta di dati, documenti e registri.

Per quanto riguarda le modalità di pubblicazione dello scadenzario, il DPCM 8 novembre 2013, dispone che, entro il 19 gennaio, su ogni sito internet istituzionale delle Pa, nella sezione "Amministrazione Trasparente", debba essere creataun'area denominata "Scadenzario dei nuovi obblighi amministrativi", dentro la sezione "Oneri informativi per cittadini e imprese".

Per facilitare l'accesso ai contenuti dei nuovi obblighi amministrativi, nello scadenzario le informazioni sono distinte tra quelle che hanno per destinatari i cittadini e quelle che hanno per destinatari le imprese.
Le informazioni sono inoltre organizzate in successione temporale secondo la data d'inizio dell'efficacia degli obblighi stessi.

ATTENZIONE - L'art. 3 comma 2 del DPCM 8/11/2013 dispone che, per le amministrazioni diverse dalle "amministrazioni dello stato, agenzie ed enti pubblici nazionali", i collegamenti agli scadenzari pubblicati sui rispettivi siti sono acquisiti e resi accessibili attraverso il portale «Bussola della trasparenza», operativo presso il medesimo Dipartimento, all'indirizzo web www.magellanopa.it/bussola.

Per quanto riguarda le sole amministrazioni statali, agenzie ed enti pubblici nazionali, si sottolinea che la norma sulle "date uniche" (art.29 del decreto legge n. 69/2013, così detto decreto del "Fare") ha fissato in due soli giorni l'anno (1° luglio e 1° gennaio, salvo particolari esigenze) la data di decorrenza dell'efficacia dei nuovi obblighi amministrativi introdotti con disposizioni normative e regolamentari e con atti amministrativi a carattere generale..
Il DPCM 8/11/2013 dispone, inoltre, che queste debbano comunicare al Dipartimento della Funzione Pubblica i dati relativi ai nuovi obblighi e inseriti nel proprio scadenzario, affinché siano pubblicati in uno scadenzario riepilogativo.

Scadenze per i cittadini

Denominazione dell'adempimento con collegamento alla pagina del sito contenente le informazioni Sintesi o breve descrizione del suo contenuto Riferimento normativo Scadenze
Iscrizioni on-line Iscrizioni per l'A.S. 2014-15 per tutti gli ordini di scuola C.M. MIUR n.28 10.01.2014 Dal 3 al 28.02.2014

Registrazione sul sito MIUR a partire dal 27.01.2014

Cessazioni dal servizio Per tutto il personale della scuola

D.M. 1058 del 23.12.2013
Nota MIUR AOODPIT n. 2855 del 23.12. 2013
D.L. n.201 del 6.12.2011
legge n. 214 del 22.12.2011

Docenti e ATA: 07.02.2014

Dirigenti: 28.02.2014

       

 

Scadenze per le imprese

Denominazione dell'adempimento con collegamento alla pagina del sito contenente le informazioni Sintesi o breve descrizione del suo contenuto Riferimento normativo Scadenze
       
       
       

Programma per la trasparenza e l'integrità

La pubblicazione della sezione (o del documento dedicato) in accordo con quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 150/2009 e dalla Delibera CiVIT n. 105/2010 (paragrafo 4.1.2, “Indicazioni relative alla pubblicazione del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità”) non era finora possibile, in quanto tale voce non era regolamentata nella scuola.
La regolamentazione è recentemente avvenuta con il Decreto Legislativo n.33 del 14 marzo 2013 e i contenuti sono in fase di preparazione da parte degli uffici competenti.

 

Note
Si ricorda che il riutilizzo dei dati di cui è prevista la libera fruizione recentemente ribadita dal D. Lgs. 33/2013 è possibile solo ai sensi del D.Lgs. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali” – Legge sulla Privacy): nei casi in cui il riutilizzo di tal dati fosse necessario, si deve chiedere il consenso all’interessato per la loro ripubblicazione.

 

Atti generali

In ottemperanza all’art. 12 del D.Lgs. 33/2013, si indicano i riferimenti normativi quali Leggi (abbreviate con L.), Decreti-Legge (D. L.), Decreti Legislativi (D. Lgs), Decreti del Presidente della Repubblica (DPR) e Decreti Ministeriali (D. M.) contengono link esterni alle norme di legge statale pubblicate nella banca dati “Normattiva“.

Atti amministrativi generali e codice di condotta

Codice discliplinare e codice di condotta

 

  • Carta dei servizi scolastici
  • Regolamento d’Istituto
  • Contratti collettivi nazionali di lavoro
  • Legge Finanziaria annuale
  • L. 517/1977: “Norme sulla valutazione degli alunni e sull’abolizione degli esami di riparazione nonché altre norme di modifica dell’ordinamento scolastico” (programmazione educativa, valutazione degli alunni, integrazione e sostegno per alunni portatori di handicap).
  • L. 241/1990: “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.
  • L.104/1992: “Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone diversamente abili”.
  • L. 97/1994: “Nuove disposizioni per le zone montane” (relativamente all’istituzione degli Istituti Comprensivi).
  • D.Lgs. 297/1994: “Approvazione del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado”.
  • L. 59/1997: “Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della pubblica amministrazione e per la semplificazione amministrativa” (art. 21, relativo all’autonomia scolastica).
  • D.P.R. 275/1999: “Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche”.
  • C.C.N.L. 26 maggio 1999, art. 6: Contrattazione Integrativa d’Istituto – RSU.
  • D.M. 44/2001: regolamento concernente le “Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche”.
  • L. 53/2003: “Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale” (Riforma Moratti) e decreti applicativi.
  • D.Lgs. 196/2003: “Codice in materia di protezione dei dati personali” (Legge sulla Privacy)
  • D.Lgs. 82/2005: “Codice dell’amministrazione digitale” (CAD).
  • D.Lgs. 81/2008: “Attuazione dell’articolo 1 della L. 23/2007, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
  • L. 133/2008: “Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 112/2008, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”.
  • L. 169/2008: “Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 137/2008 recante disposizioni urgenti in materia di istruzione e università” (Riforma Gelmini).
  • D.Lgs. 106/2009: “Disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 81/2008, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro”.
  • D.Lgs. 150/2009: “Attuazione della L. 15/2009, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni” – Riforma Brunetta
  • D.Lgs. 235/2010: “Modifiche ed integrazioni al D. Lgs. 82/2005, recante Codice dell’amministrazione digitale, a norma dell’articolo 33 della L. 69/2009” – Nuovo CAD
  • L. 183/2011: “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato – Legge di stabilità 2012″ (Semplificazione).
  • D.L. 95/2012: “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini (nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario)” – Spending review.
  • L. 134/2012: “Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 83/2012, recante misure urgenti per la crescita del Paese” (articolo 18).
  • L. 190/2012: “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”.
  • L. 221/2012: “Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 179/2012 (Sviluppo bis – Crescita 2.0), recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”.
  • D.M. 254/2012: “Regolamento recante indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, a norma dell’articolo 1, comma 4, del D.P.R. 89/2009“.
  • D.Lgs. 33/2013: “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.
  • D.P.R. 62/2013: “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici”.

 

Oneri informativi per cittadini e imprese

Per onere informativo si intende qualunque obbligo informativo o adempimento che comporti la raccolta, l’elaborazione, la trasmissione, la conservazione e la produzione di informazioni e documenti alla pubblica amministrazione: tali oneri sono dettagliatamente spiegati nella Modulistica e ogni informazione legale è contenuta nella Normativa.

 

Attestazione OIV o struttura analoga

La pubblicazione della griglia relativa a specifici obblighi di pubblicazione previsti dal Decreto Legislativo 24 marzo 2013 n. 33 e l’attestazione, secondo le modalità indicate nella delibera CIVIT n. 71 del 1 agosto 2013, non è possibile, in quanto tali voci non trovano corrispondenza nella scuola.